Fede e l’effetto-maestro di sci

pellegrini.jpg
Ieri sera guardavo Federica Pellegrini messa giù da gara per competere in prima serata con le aspiranti Miss Italie e ho avuto la conferma di una mia vecchia teoria: anche lei è affetta dalla famosa sindrome del maestro-di-sci! Chiunque abbia mai perso la testa -almeno una volta- per un professionista dello sport sa di cosa sto parlando. Di quell’effetto sconcertante che si prova nel vedere il proprio beniamino in abiti civili, del raccappriccio nell’osservare l’amato maestro, senza più tuta e occhiali a specchio, che si destreggia goffamente con giacche, camicie e pullover. La nostra Fede, che in costume è un sex symbol incontrastato, purtroppo non sfugge all’anatema che colpisce tutti i suoi colleghi uomini o donne, nessuno escluso. Sciatori, nuotatori, tennisti, ma anche maestri di judo e insegnanti di yoga, appena tolgono la divisa, vedono il loro fascino in caduta libera. E così anche la reginetta del nuoto, quando scende la scalinata con l’acconciatura e l’abito da gran sera, sembra uno scherzo della natura.
Di solito però quelli che si immolano a uno sport sono disinteressati per dna alle frivolezze della moda, la povera Pellegrini, invece, è una fashion victim mancata, come lei stessa ci ricorda in tutte le interviste. E qui sta il dramma. Infatti, anziché rassegnarsi al suo glorioso destino, presentandosi sul palco con il look del podio (sarebbe una grande!), non perde occasione per sfoderare tacchi a spillo e lustrini.
Fede e l’effetto-maestro di sciultima modifica: 2009-09-15T12:22:12+02:00da polla21
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Fede e l’effetto-maestro di sci

Lascia un commento